Concept

Bethel ci narra di una vita sconvolta da un'esperienza mistica, in cui amore e spiritualità vanno di pari passo.
Un enigmatico sogno che trascina tanto la protagonista quanto l'autrice stessa in un vortice che tende alla scoperta di sé. Una scoperta che trova nell'amore la sua irrinunciabile guida e ispirazione.
Una rivelazione che ci esorta ad assaporare la vita nelle sue componenti più sottili, riscoprendo la profondità e l'unicità dell'uomo.


Contatti

Genesi

Oltre l'Abisso è è un romanzo onirico scritto da Elisabetta Tagliati. E' la fedele trasposizione in testo di un sogno che si è progressivamente dipanato per 3 mesi.

E' ambientato nel periodo dei celti sulle montagne italiane ed ha un profondo risvolto spirituale.

Il romanzo è edito da Pluriversum Edizioni.
Visita la scheda del romanzo.

Il primo capitolo è stato ispirazione di un'Opera Rock.
Illustrazione di Lanfranco (Frillo) Bassi.


Oltre l'Abisso Official Trailer

Acquista su Amazon

Recensioni

Vincenzo Todesco (regista, attore, scrittore)
Vivere senza passione è come morire. Ma più lentamente.
Così la scrittrice Elisabetta Tagliati ci avverte: “Oltre l’abisso” è storia di passione, di energia vitale, di coraggio e di scelte estreme, e necessarie. E’ storia di dèi, degli dèi che ci abitano, che ci chiamano e ci sfidano, alla cui voce spesso non rispondiamo.
Entriamo, curiosi e sospesi, nel territorio di Bethel, giovane donna capoclan di una tribù celtica, all’apparenza fuori dal tempo, ma che nella sua essenza innerva da sempre la condizione umana. E la storia si snoda, attraverso vicende magiche e grandiose e private e dolorose e esaltanti, a segnare il percorso di una donna che non arretra di fronte alla necessità interiore di riconoscere se stessa, e di affrontarne le conseguenze anche durissime.
Un viaggio di conoscenza e di scelta, appunto, eterno nella sua essenza.
La vicenda di Bethel e Makena e Vessagh si sviluppa all’interno di potenti immagini dei miti del Nord, e perde così ogni carattere di immediata riconoscibilità “quotidiana” (la moglie, il marito, l’amante) per assurgere a simbolo di forze erotiche che sono la vita stessa sulla terra e che sovrastano di gran tratto i protagonisti umani.
Il sogno e la visione sono gli strumenti della narrazione, e tale scelta aiuta ad entrare in una atmosfera eccitata, estrema, dove la persona viene guidata suo malgrado da forze potenti ed oscure.
Molti sono i colpi di scena, e belle le svolte narrative, e la scrittura è avvolgente, leggermente straniata, in sintonia con l’ambiente evocato.
Un lavoro frutto di un approfondito studio di documenti e di attenta selezione, un lavoro frutto di una adesione profonda ad un mondo di acque, fuoco, natura, pioggia, vento, riti e magie.
Sottotraccia, forse inconsapevolmente, l’universo mitico del grande libro di Frazier, “Il ramo d’oro”.
Un esordio interessante, e ci si augura che la capacità visionaria della scrittrice possa produrre altri frutti narrativi.


Presentazioni con live

Lucca Città di Carta (LU) 28-30/08/2020
Ferrara Festival (FE) 25/08/2020
Castello di Canossa (RE) 23/08/2020
Castello di Gusciola (MO) 04/07/2020
Casale Belriguardo (FE) 28/06/2020